sospensione
La compagnia TeatroZeta è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività culturali , nel FUS - Art.13 comma 3 , quale compagnia di produzione e sperimentazioneun TEATROZETA è un progetto ambizioso e variegato che trova la sua anima in Manuele Morgese, attore, regista e produttore napoletano diventato imprenditore per caso e con coraggio per realizzare il suo grande sogno e per fare in modo che diventasse anche il sogno di altri: costruire un vero e proprio Teatro.
Il nome “TEATROZETA trae origine dal titolo del primissimo spettacolo interpretato da Manuele nel 1999 (anno di fondazione della compagnia) “LA a DI ZETa”, ed è rimasto invariato nel corso degli anni in quanto emblema del concetto: “Il principio coincide con la fine”.

A L'Aquila il Teatro inizia per ZETA

LA NOSTRA FILOSOFIA- LA SCUOLA DI TEATRO

Il Teatro è un Tempio
giornata mondiale del teatro 2020
Alla fine di uno spettacolo del Teatro Ajoka (1)sul poeta sufi Bulleh Shah (2), un uomo anziano, accompagnato da un giovane, si avvicinò all'attore che aveva interpretato il ruolo del grande Sufi (3) e gli disse: “Mio nipote non sta bene, per favore, lo benedica”. L'attore rimase sorpreso e gli rispose: "Non sono Bulleh Shah, sono solo un attore che interpreta questo ruolo". L’uomo anziano gli disse: "Figlio mio, tu non sei un attore, sei una reincarnazione di Bulleh Shah, il suo Avatar (4)". Improvvisamente si dischiuse davanti a noi un concetto completamente nuovo di teatro, in cui l'attore diventa la reincarnazione del personaggio che sta interpretando. Esplorare storie come quella di Bulleh Shah, e ce ne sono tante in tutte le culture, può diventare un ponte tra noi, persone di teatro, e un pubblico inconsapevole ma entusiasta. Quando siamo sul palcoscenico, a volte veniamo assorbiti dalla nostra filosofia di teatro, dal nostro ruolo di precursori del cambiamento sociale e ci dimentichiamo di gran parte delle masse. Nel nostro impegno con le sfide del presente, ci priviamo della possibilità di un'esperienza spirituale profondamente toccante cheil teatro può offrire. Nel mondo di oggi in cui l’intolleranza, l'odio e la violenza aumentano sempre di più, e in cui il nostro pianeta sta precipitando nella catastrofe climatica, abbiamo bisogno di recuperare la nostra forza spirituale. Abbiamo bisogno di combattere l'apatia, l’indolenza, il pessimismo, l'avidità e il disprezzo per il mondo in cui viviamo, per il pianeta in cui viviamo. Il teatro ha un ruolo, un ruolo nobile, nel dare energia e spingere l'umanità a resistere alla sua caduta nell'abisso. Il teatro può trasformare il palcoscenico, lo spazio dello spettacolo, rendendolo qualcosa di sacro. Nell'Asia del sud, gli artisti toccano con riverenza le assi del palcoscenico prima di salirvi sopra, secondo un'antica tradizione che risale a un tempo in cui lo spirituale e il culturale si intrecciavano. È tempo di riguadagnare questa relazione simbiotica tra l'artista e il pubblico, tra il passato e il futuro. Fare teatro può essere un atto sacro e gli attori possono davvero diventare gli avatar dei ruoli che interpretano. Il teatro ha il potenziale per diventare un tempio e il tempio uno spazio dello spettacolo.
Shahid NADEEM, Pakistan

Non nasce TEATRO laddove la vita è piena, dove si è soddisfatti. Il TEATRO nasce dove ci sono delle ferite, dove ci sono dei vuoti... E' lì che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcun'altro ha da dire a lui.

(J. Copeau)

Manuele Morgese

Fondatore e Direttore
Tassello dopo tassello, ha sostanziato la sua vocazione artistica su robuste basi culturali, a partire dalla laurea in Lettere Moderne ad indirizzo spettacolo conseguita con il massimo dei voti e lode all’Istituto Universitario Orientale di Napoli e dal Diploma dell’Accademia d’Arte drammatica del Teatro stabile privato, Teatro Bellini di Napoli. È ideatore, fondatore e direttore dell’unico edificio teatrale di prosa privato in Abruzzo, il Gran TeatroZeta – Parco delle Arti dell’Aquila, inaugurato nel dicembre del 2012, attualmente uno dei pochi spazi utili per lo spettacolo nel capoluogo abruzzese. Direttore artistico e fondatore della Compagnia TEATROZETA, del Piccolo Teatro Studio Zeta, a L’Aquila (2004), fondatore del consorzio “Circuito dei Teatri Possibili” di Milano(2005), direttore artistico di Teatri Possibili L’Aquila, fino al 2009, della stagione teatrale “Volo libero” per l’Atam, circuito teatrale abruzzese molisano, presso il teatro S.Agostino dell’Aquila.

Tutte le arti contribuiscono all'arte più grande di tutte: quella di vivere.

(B. Brecht)

Associazione Culturale TeatroZeta

Sede legale: Via F.Savini snc
Sede operativa: Via Rodolfo Volpe snc - 67100 L'Aquila
EMAIL: teatrozeta@hotmail.it
PEC: teatrozeta@pec.it
TEL: 0862 /404604329 / 7488830
FAX: 0862 / 404604
[recaptcha]
Compilando il seguente form, acconsenti al trattamento dei dati personali per finalità di richiesta assistenza attraverso strumenti istituzionali ed automatizzati di contatto rif. Dlgs 196 del 30/06/2003 con il nuovo riferimento ai sensi dell'art.30 del GDPR 2016/679. Per ulteriori informazioni consulta la nostra Privacy Policy

Dove siamo

Sede legale
PICCOLO TEATROZETA
Via F.Savini snc


 
Sede operativa
CINEMA TEATROZETA
Via Rodolfo Volpe snc - 67100 L'Aquila