La compagnia teatrale

LA COMPAGNIA TEATRALE

TeatroZeta è un progetto ambizioso e variegato che trova la sua anima in Manuele Morgese, attore, regista e produttore napoletano diventato imprenditore per caso e con coraggio per realizzare il suo grande sogno e per fare in modo che diventasse anche il sogno di altri: costruire un vero e proprio Teatro.

Il nome “TEATROZETA" trae origine dal titolo del primissimo spettacolo interpretato da Manuele nel 1999 (anno di fondazione della compagnia) “LA a DI ZETa”, ed è rimasto invariato nel corso degli anni in quanto emblema del concetto: “Il principio coincide con la fine”. Manuele continua a vivere il suo sogno che, con la messinscena di due spettacoli scritti da lui, Masaniello e Federico II, diventa sempre più concreto tanto da trasformarsi poi in reali pubblicazioni edite da Zikurat che lo premiano quale autore teatrale.

Nel 2004, dopo un breve periodo vissuto a Roma, con importantissimo incontri artistici con Patroni Griffi, Miocol, Reim e Scaparro, Manuele si trasferisce a L’Aquila ed entra in una nuova scena del suo sogno: trasformare l’arte dell’attore e del capocomico nel mestiere dell’imprenditore per diffondere al meglio la sua passione e per insegnare al meglio tutto ciò in cui crede.

Il primo passo è la creazione del Teatro Zeta , Piccolo teatro studio, nato da una baracca senza tetto di 120 mq trasformata in un “spazio off” con 70 posti a sedere e inserito, nel 2005 su richiesta dell’imprenditore e artista Corrado D’Elia, nel consorzio milanese Circuito dei Teatri possibili.

Nel 2007 la Compagnia viene riconosciuta dal Ministero per i beni e le attività culturali con un progetto speciale del Fus (fondo unico dello spettacolo dal vivo), subito dopo entra nella contribuzione ordinaria del comune e della provincia di L’Aquila come ente di formazione e produzione e, nel 2008 con un progetto firmato da Manuele Morgese, il Nucleo di Bazzano (Regione) assegna all’associazione 7 mila mq di terreni “a verde attrezzato” edificabili al 10%.

Mentre Morgese continua a mietere successi come attore protagonista vincendo il premio Ennio Flaiano nel 2009 ed il Gassman nel 2010, nel febbraio del 2011, si aggiunge un altro tassello nel suo grande sogno di vita: nell’agglomerato di Monticchio-Bazzano del comune di L’Aquila, dopo l’assegnazione da parte di un contributo statale a fondo perduto ( solo il 40% del totale!) iniziano i lavori del GRAN TEATRO ZETA - Parco delle Arti, inaugurato il 15 dicembre 2012. Un vero e proprio miracolo nella città della ricostruzione post terremoto! Nello stesso anno Manuele redige e vince un bando con un progetto Por Fesr; fonda l’Accademia d’Arte drammatica dell’Aquila, oggi , diretta dal grande maestro Livio Galassi, unico centro per la formazione di attori della regione Abruzzo. Sempre nel 2011 TeatroZeta entra nelle leggi di settore della regione e finalmente, risultato incredibile, il Mibact riconosce in via “ ordinaria” la compagnia come art. 14 comma 3 del FUS.

FESTIVAL E RASSEGNE
2003 Festival del Mediterraneo, Agropoli(Sa).
2004 festival Castel dei mondi, Andria(Ba).
2005 Todi arte Festival (Pg).
2007 Quartieri dell’Arte, Viterbo.
2008 Perdonanza celestiniana, L’Aquila.
2009 Festival dei due mondi, Spoleto.
2012-16 Festival dei miei Cantieri dell'immaginario - Comune dell'Aquila
2016 Napoli teatro festival
2017 International Edimburgo Fringe Festival
PROGETTI INTERNAZIONALI
2014 Inter cultura a Parigi
2015 Barcellona
2016 Berlino
2017 Edimburgo
PREMI E RICONOSCIMENTI:
2006 Premio Napoli cultural classic
2009 Premio Hystrio
2009 Premio Ennio Flaiano
2010 Premio Gassman

DIRETTORI ARTISTICI

MANUELE MORGESE

Tassello dopo tassello, ha sostanziato la sua vocazione artistica su robuste basi culturali, a partire dalla laurea in Lettere Moderne ad indirizzo spettacolo conseguita con il massimo dei voti e lode all’Istituto Universitario Orientale di Napoli e dal Diploma dell’Accademia d’Arte drammatica del Teatro stabile privato, Teatro Bellini di Napoli.

LIVIO GALASSI

È approdato definitivamente alla regia dopo una lunga attività di attore cinematografico e teatrale (ha lavorato tra gli altri con Rossellini, Bellocchio, Ronconi, Polanski, Tarkowskij, ed ha collaborato con Zanussi e Bolognini). Ha recitato LAUDI SACRE con Bianca Toccafondi alla Sala Nervi, alla presenza di Giovanni Paolo II.